Contratto formativo

Nel Contratto Formativo l’alunno deve…

  • Rispettare i tempi e le scadenze previsti per il raggiungimento degli obiettivi del suo curricolo, secondo le proprie possibilità;
  • Rispettare le persone, le cose, gli ambienti e le attrezzature;
  • Usare un linguaggio adeguato ad un ambiente educativo. nei confronti degli adulti e dei compagni.

Nel Contratto Formativo il docente deve…

  • Contratto formativodare indicazioni ed istruzioni precise agli studenti su ciò che viene loro richiesto e accertare che esse siano state capite,
  • esprimersi con un linguaggio adeguato e comprensibile a tutti gli alunni,
  • rispettare ogni studente, assumendo sempre un atteggiamento positivo e di fiducia, anche quando lo studente sbaglia, utilizzando in modo educativo gli interventi correttivi e di rimprovero sugli eventuali comportamenti scorretti degli studenti,
  • individuare, rispettare e valorizzare le diversità che caratterizzano gli allievi,
  • responsabilizzare la classe ad una partecipazione attiva verso le proposte formative;
  • favorire la motivazione all’apprendimento, adottando strategie educative e didattiche coerenti con quanto sopra definito.
  • Gli insegnanti si impegnano, in solido con le famiglie, nell’avviare gli allievi ad un metodo di studio e ad una organizzazione del proprio tempo in funzione del lavoro da svolgere, verso una sempre maggiore autonomia e responsabilità dello studente.

Nel Contratto Formativo il genitore deve…

  • conoscere l’offerta formativa;
  • esprimere pareri e proposte;
  • collaborare nelle attività e con i docenti;
  • per la scuola primaria e secondaria controllare ogni giorno il diario scolastico del proprio figlio/a (fatto che purtroppo non si riscontra attualmente con assiduità da parte di tutti);
  • rispettare le regole stabilite dalla scuola come dovere nei confronti del figlio e per rispetto al valore formativo della scuola;
  • rispettare il Patto Scuola Famiglia firmato congiuntamente dai genitori e dal Dirigente Scolastico in sede di iscrizione;
  • le assenze devono essere sempre giustificate sul diario dai genitori, nella fattispecie, per la scuola secondaria, dal genitore che ha depositato la firma;
  • i genitori collaboreranno con gli insegnanti controfirmando tutti gli avvisi e verificando quotidianamente che i propri figli abbiano tutto l’occorrente per l’attività scolastica e che svolgano i compiti assegnati. In caso di assenza, soprattutto se prolungata, essi si preoccuperanno di contattare gli insegnanti per informarsi sulle attività svolte durante l’assenza stessa;
  • i genitori sono responsabili, dal punto di vista educativo, dell’operato dei propri figli a scuola.

L’orario scolastico è interamente coperto dall’organizzazione della Scuola: non è necessario che i genitori contino su mezzi personali quali i cellulari in dotazione dei propri figli quando vanno a scuola. Il loro utilizzo è di ostacolo al regolare e sereno svolgimento della attività didattiche e può creare pericolo nel far circolare messaggi e immagini diseducative. A SCUOLA, pertanto, È VIETATO UTILIZZARE IL CELLULARE, in quanto esso non rientra nel materiale didattico. In caso contrario il cellulare sarà trattenuto dall’insegnante e riconsegnato ai genitori.

I commenti sono chiusi.